top of page

Decreto Semplificazioni & Superbonus 110% | L'impatto disastroso sulla Longevità di un'Impresa Edile

Finalmente è uscito il DL Semplificazioni che colpisce anche il Superbonus 110%. La risoluzione a tutti i tuoi problemi? Non credo proprio.


Eccoci, pronti ad acquisire tutti quei lavori che aspettavi da più di un anno di portare a casa a causa delle "complicazioni" legate all'edilizia e al superbonus 110%.


E invece no.


In questo articolo non guarderemo tanto all'aspetto legale, burocratico e fiscale, bensì vorrei farti uscire definitivamente dal tunnel dei bonus e contro-bonus e portare la tua azienda edile alla quasi totale indipendenza da incentivi e bonus.


Come?


Vediamolo insieme.




Il DL Semplificazioni legato al Superbonus 110%


Il decreto legge semplificazioni è riassumibile in un'unica frase che ha brillantemente enunciato l'ingegner Marcello Contu sul suo canale YouTube.


“Probabilmente il Superbonus 110% verrà semplificato per 2 categorie di persone: gli ingenui e chi è in malafede”

E questo ti basti per capire dove stiamo andando a parare.





Il tunnel dei bonus e incentivi nell'edilizia


Partiamo da un presupposto: l' incentivo fiscale, che sia superbonus o sconto in fattura o la detrazione, è uno strumento che serve l'imprenditore edile, non il contrario.


Come qualcuno vuole farti credere.


Infatti, tanti consulenti e agenzie, troppi direi, hanno spinto dall'inizio perché tutti si incastrassero in un processo senza uscita, per la maggior parte.



Basare tutto il piano di marketing per la tua impresa edile esclusivamente legato agli incentivi è sbagliato, quasi sempre.



In ottica di medio-lungo periodo questo approccio porta dei danni incalcolabili alla tua azienda di serramenti e ristrutturazioni.


Ti ritroverai ad un certo punto, come magari è successo quest'anno per il bonus 110%, nella ruota del criceto, senza sapere come uscirne.




Parliamoci chiaro, chi sa sfruttare il trend e l'incentivo del momento sta anche facendo fatturati stellari, purtroppo, però, la maggior parte delle imprese edili non ha le abilità, ma soprattutto le risorse per fronteggiare questo tipo di competizione.



Se ancora non fosse chiaro, la situazione in Italia per la stragrande maggioranza delle aziende di serramenti e ristrutturazioni è questa.


Negli ultimi anni una guerra di prezzo all'ultimo sangue, importazioni estere o materiali scadenti perché "Se non vendo a meno non porto a casa il lavoro".


Nell'ultimo 2020, 2021 si è rasentato l'assurdo eliminando il prezzo dall'equazione.


"Tutto gratis, per tutti"


(Mentendo spudoratamente, quindi aggravante incalcolabile)



Quando l'ultima leva rimasta è il prezzo, la tua azienda di serramenti e ristrutturazioni è già sulla strada per l'oblio.


Quest'anno è stato dimostrato che senza nemmeno la leva del prezzo è un disastro di dimensioni nazionali.




Come uscire dal tunnel nell'edilizia


La prima struttura da smontare è la seguente: ogni cliente, promuovendoti come ti ho spiegato nelle righe qui sopra, viene da te perché sei l'azienda con "lo sconto", con "l'incentivo", con "il prezzaccio".


Il fatto è che quando sei l'unico a promuoverti in questo modo, non è neanche del tutto sbagliato.


Il problema enorme è che nel 2021 oramai fanno tutti la stessa cosa!


Hai necessità di un fattore differenziante per la tua impresa perchè acquisisca clienti di qualità e di alto-profilo.


Cambia l'angolo d'attacco: quando tutti promuovono gli incentivi aggressivamente, TU NON LO DEVI FARE.




Cosa fare?


Due esempi.


  1. Cerca i 5 punti di forza della tua azienda di serramenti e ristrutturazioni e i 5 punti deboli della competizione.

  2. Imposta una, o più campagne di marketing della durata di 4-5 mesi che scoperchi gli altarini delle imprese edili nella tua zona e che ti posizioni come l'unica soluzione prestigiosa per i tuoi nuovi clienti.


E solo dopo sfrutta lo strumento bonus, magari per chiudere la vendita.



Per impostare una strategia di marketing vincente c'è bisogno di brutale trasparenza e autocritica.




Errori da evitare?


  1. Mentire: evita di sfoggiare che hai i prodotti migliori dell'universo, se non è vero. Lo fanno tutti e ti assicuro che NON funziona.

  2. Esagerare senza prove tangibili. La prima cosa che sbagliano tutti i markettari in giro per l'Italia e che mettono le mani nelle aziende edili è la seguente: scrivere "Leader di mercato" a fianco al nome della tua azienda in ogni campagna di marketing, e festa finita.

  3. "Se non ha senso, NON ha senso." Fatti guidare da qualcuno che sfrutti il buon senso per portarti un risultato. Molti dei danni creati alle imprese edili in Italia sono frutto di inesperienza e di conseguenza di strategie senza senso logico e matematico.



Vuoi implementare il Metodo DVS e uscire definitivamente dal tunnel?


Vuoi saperne di più sul Metodo DVS?




bottom of page